Argentina e Brasile bloccano la vendita di Apple iPhone e BlackBerry RIM

Il governo dell'Argentina ha introdotto una nuova serie di politiche protezionistiche - come quelle adottate dal Brasile - che nello loro intenzioni dovrebbero bloccare il surplus commerciale. Questo per diminuire l'inflazione e stabilizzare la parita' tra la moneta locale – il pesos – ed il dollaro americano.

 

Argentina e Brasile bloccano la vendita di iPhone Apple e BlackBerry

Tutto questo impedisce la vendita in Argentina e Brasile di smartphone BlackBerry RIM ed iPhone Apple per la mancanza di quello che è stato denominato il “certificato di origine”. Per ottenere questa certificazione, i produttori di cellulari sono obbligati ad aprire stabilimenti in loco per la produzione dei dispositivi. Solo così possono ottenere il consenso alla vendita sul territorio argentino e brasiliano.

Altri produttori come Alcatel, Nokia, LG, Motorola, Sony Ericsson e ZTE hanno gia' risolto il problema creando aziende in questi paesi sudamericani e ottenendo così la certificazione. Anche RIM e' alla ricerca di un partner locale per la produzione dei suoi smartphone. Le intenzione di Apple non sono chiare per quanto riguarda l'Argentina. Le dimensioni del Paese sono molto importanti ma le quote di vendita rivestono un ruolo secondario se paragonate a quelle detenute dai BlackBerry. Al contrario in Brasile a partire da settembre, Apple iniziera' la produzione del suo tablet iPad.

 

 

 

 

 

Tags: iPhone
comments powered by Disqus