Costi di produzione palmari. Research In Motion la meno costosa seguita da Apple, Google e Nokia

Tableau Software ha realizzato una tabella precisa dei costi dei singoli componenti di quattro modelli di palmare: RIM BlackBerry Torch 9800, Apple iPhone 4, Google Nexus One e Nokia N8.
Da questo schema si capisce che Research In Motion è, tra le quattro, quella che realizza i ricavi più elevati con quasi il 70% dei profitti. La segue a ruota Apple, poi Google ed infine Nokia.

 

L’investimento più oneroso per Apple è la memoria che incide il 23,41% del costo totale e l’iPhone 4 costa molto anche in termini di meccanica e di assemblaggio. Research In Motion spende molto di più per lo schermo e Nokia investe ben il 38,09% del costo totale nella fotocamera da ben 12 megapixel attestandosi ad un livello molto basso sui costi relativi ai processori.

Tableau Software sottolinea come Research In Motion investe molto in schermo, memoria ed assemblaggio. Dopo schermo e memoria il costo più elevato per il Nexus One di Google è la potenza della voce che incide il 13,78% del costo totale mentre tutti gli altri non superano il 4%. Alla fine il costo di produzione più basso lo ha Research In Motion con 183,04 dollari per il suo RIM BlackBerry Torch 9800, segue Nokia con il N8 a 196,96 dollari, l'Iphone 4 di Apple a 194,05 dollari ed infine Google con il Nexus One a 191,65 dollari.
 


La scheda comparativa di Tableau Software vuole far risaltare come tra un vendor e l'altro si investa percentualmente in maniera diversa a seconda delle varie componenti anche se a onor del vero bisogna sottolineare che sono le capacità commerciali di ciascuna casa a permettere di spuntare un prezzo migliore dallo stesso fornitore per lo stesso componente in modo da poter abbassare il proprio costo di produzione.

Tags: Apple , Google , Nokia
comments powered by Disqus