BlackBerry compera Cylance e la sua intelligenza artificiale per 1,4 miliardi di dollari

BlackBerry compera Cylance e la sua intelligenza artificiale per 1,4 miliardi di dollari
 
BlackBerry da tempo ha spostato la sua attenzione verso la sicurezza in ambito informatico. Un campo di competenza che la maison canadese continuare a rafforzare per rimanere leader del settore. Ecco perché l'acquisizione di altre realtà già affermate come Cylance vanno proprio in questo senso. BlackBerry ha infatti annunciato di aver acquisito per 1,4 miliardi di dollari l'azienda specializzata in sicurezza informatica basata sull'intelligenza artificiale.
Secondo quanto diffuso con il comunicato stampa ufficiale, l'affare si sarebbe concluso nei giorni scorsi e pare che l'importo sia stato versato interamente in denaro. Si tratterebbe dell'acquisizione più onerosa mai effettuata da BlackBerry. Un'operazione che sarà formalizzata effettivamente il prossimo mese di febbraio, in concomitanza con la chiusura dell'anno fiscale di BlackBerry, e che vedrà Cylance operare come una business unit separata. La compagnia starebbe poi pensando di integrare in futuro la tecnologia Cylance nella sua piattaforma Spark.
 
"La leadership di Cylance nell'intelligenza artificiale applicata alla cybersecurity andrà immediatamente a completare il nostro portfolio, UEM e QNX in particolare. Siamo eccitati all'idea di accogliere a bordo il loro team e sfruttare le nostre competenze in maniera combinata", queste le parole del CEO John Chen. "Crediamo che l'aggiunta delle capacità di Cylance alla nostra affidabilità in termini di privacy, sicurezza in mobilità e sistemi integrati, renderà BlackBerry Spark indispensabile per la realizzazione dell'Enterprise of Things".
 
Cylance è una azienda pioniera nell'applicazione dell'intelligenza artificiale, della scienza degli algoritmi e del machine learning all'interno dei software di cyberscurity. Fondata nel 2012, l'azienda genera entrate ricorrenti da oltre 3.500 clienti, tra cui oltre il 20% delle aziende incluse nella Fortune 500; la lista che include le maggiori 500 imprese societarie statunitensi misurate sulla base del loro fatturato.
comments powered by Disqus