BlackBerry e le previsioni sulla sicurezza informatica per il 2018

BlackBerry e le previsioni sulla sicurezza informatica per il 2018
 
Secondo alcuni report, il 2017 è stato l'anno peggiore in assoluto in termini di violazioni dei dati e attacchi informatici, molti dei quali sono stati attribuiti al ransomware. A tal proposito, Alex Manea, Chief Security Officer di BlackBerry, ha delineato le sue previsioni sulla sicurezza informatica per il 2018 in base alle conversazioni avute con clienti, partner, funzionari governativi e molto altro ancora. Gli elementi delineati sono solo un piccolo esempio delle previsioni di BlackBerry e su quello che dobbiamo attenderci nel corso delle prossime settimane e mesi.
 
 
BlackBerry afferma come:
 
“Il 2018 sarà l'anno peggiore per gli attacchi informatici

Le questioni fondamentali che hanno causato la maggior parte dei cyberbreach recenti non sono state risolte. I reparti IT hanno il compito di gestire reti sempre più complesse, supportare nuovi tipi di endpoint e proteggere sempre più dati sensibili. I sistemi legacy sono ancora diffusi nella maggior parte dei settori e non possono essere facilmente aggiornati o sostituiti. Questi sistemi spesso contengono vulnerabilità software note pubblicamente che possono essere sfruttate per penetrare nella rete aziendale.

Gli attacchi informatici causeranno danni fisici

La protezione di Internet of Things è ancora più importante della protezione delle reti IT tradizionali per una semplice ragione: gli attacchi IoT minacciano la sicurezza pubblica. Un computer o dispositivo mobile compromesso in genere non può causare danni fisici diretti. Mentre è certamente frustrante avere rubato le nostre informazioni personali, non è paragonabile all'impatto di essere coinvolti in un incidente d'auto o di avere compromesso la pompa di infusione o il pacemaker. La sicurezza IoT diventerà letteralmente una questione di vita o di morte e non possiamo semplicemente aspettare che ciò accada.
Gli hacker punteranno i dipendenti cono una crescente vulnerabilità alla cibersicurezza

I dipartimenti IT in genere concentrano le loro spese sulla prevenzione di attacchi esterni, ma la realtà è che la maggior parte delle violazioni dei dati ha inizio internamente - o attraverso la condivisione di documenti, attraverso applicazioni consumer non sicure o facendo clic su attacchi di phishing sempre più sofisticati. Mentre gli hacker sono spesso raffigurati come geni tecnici che utilizzano algoritmi complessi per rompere la crittografia avanzata, la realtà è che le tecniche più semplici possono essere altrettanto efficaci. Gli hacker criminali non cercano punti stile; stanno semplicemente cercando di violare il sistema nel modo più efficiente possibile. Poiché le nostre difese tecniche continuano a migliorare, i dipendenti diventeranno l'anello più debole, sempre più preso di mira dagli aggressori come parte della loro strategia complessiva.

I prodotti assicurativi e di sicurezza informatica andranno di pari passo

Nel 2018, non importa quale sistema o dipendente si riveli il collegamento più debole, si verificheranno gravi violazioni dei dati aziendali e le compagnie di assicurazione prenderanno nota. Stanno prendendo atto perché gli attacchi ai loro clienti potrebbero essere dannosi in quanto potrebbero essere utili alla loro linea di fondo. Quest'anno prevedo che vedremo le aziende non solo aggiungere più titolari di polizze cyber al proprio roster, ma anche cercare due vie strategiche per aiutare a gestire i rischi per loro e i loro clienti: prodotti ed esperti.”
comments powered by Disqus