Smartphone, progresso o regresso della società ?

Smartphone, progresso o regresso della società ?

Il progresso scientifico e tecnologico ha migliorato la nostra vita con una serie di scoperte e di invenzioni. Questo è assolutamente innegabile. Se andiamo ad analizzare la terza rivoluzione industriale avvenuta nel 1970 scopriamo la diffusione di dispositivi elettronici ed informatici assieme a nuovi strumenti di comunicazione. Questi non hanno fatto altro che progredire nel corso degli anni compiendo dei passi da gigante. Tanto è vero che oggi, con uno smartphone di circa 180 grammi possiamo rimanere in contatto con chiunque e con tutto ciò che succede nel mondo. Ma si tratta di vero progresso della società oppure stiamo assistendo al regresso della stessa ?

Inutile dire che tutta questa tecnologia porta con sé aspetti positivi e negati. Ha permesso all'uomo di migliorare la sua condizione di vita ma, al tempo stesso, lo rende dipendente fino ad arrivare all'assuefazione. Per meglio capire questo concetto, ci siamo imbattuti in un video molto ben fatto di Steve Cutts e che condividiamo con voi proprio qui di seguito:

Fino ad una ventina di anni fa si provava il piacere di scrivere, mandare e ricevere una lettera. Speranza, sorpresa, trepidazione e romanticismo erano al centro di tutto. Nell'ultimo decennio, con l’avvento dei social network, queste emozioni si sono perse. La ragione ? Perché è talmente facile mandare messaggi che chi lo fa non riflette sul contenuto e sulla forma di ciò che scrive o legge. Scrivendo le proprie emozioni, stati d'animo e sensazioni stando dietro ad uno schermo di un pc o di uno smartphone, si perde il piacere del contatto fisico e reale con le persone. A conferma di ciò basti pensare ai milioni e milioni di messaggi che vengono scambiati ogni giorno attraverso i vari servizi di messaggistica. Questo fa capire come la società ne sia assuefatta e succube.

Ciò nonostante abbiamo il risvolto della medaglia perché i social network permettono di mantenere i contatti con amici e parenti che vivono lontano da noi magari migliaia di chilometri. Pertanto è innegabile che il progresso tecnologico ha influito in senso positivo sull’uomo. Ma si tratta di vero progresso o di regresso della società ?

Molto probabilmente la risposta sta nel mezzo e può essere gestito con la giusta maturità. Come disse Albert Einstein:

“I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti. L’insieme dei due costituisce una forza incalcolabile”.

Infatti non è necessario essere degli scienziati o degli studiosi della società contemporanea per osservare come, anche solo alla fermata della metro, sembriamo tutti alienati e in un mondo ovattato. Nessuno di noi ha assunto delle droghe. Si sto solo scorrendo la news feed di Facebook o Twitter. Oppure si sta leggendo gli ultimi messaggi di WhatsApp. Dipendenti come siamo da tutto questo torniamo alla domanda di apertura di questo questo articolo…..ma gli smartphone sono un vero progresso della società oppure un vero regresso ? Lasciate pure la vostra opinione nei commenti qui sotto.

comments powered by Disqus