BlackBerry, in arrivo antivirus per automobili connesse

BlackBerry, in arrivo antivirus per automobili connesse

Stando ad alcune indiscrezioni apparse in rete, sembra che BlackBerry stia lavorando con almeno due fabbricanti di autoveicoli per sviluppare un servizio di sicurezza che scansiona in remoto i veicoli per individuare virus informatici ed informare i conducenti qualora ci dovesse essere un pericolo. Di cosa si tratta ?

Ancora i dettagli sul software non sono disponibili anche se il servizio sarebbe anche in grado di installare le patch di sicurezza su di un'auto inattiva. Questo sarebbe già stato testato su auto di lusso come Aston Martin e Range Rover.

La sicurezza automatica è una delle diverse aree in cui BlackBerry sta scommettendo per rafforzare le sue entrate dopo che l'azienda canadese ha perso il dominio del mercato degli smartphone. Questo servizio potrebbe essere lanciato già nel prossimo anno, generando circa 10 dollari al mese per ogni veicolo supportato dal software BlackBerry.


I veicoli si affidano sempre più a decine di computer che si collegano tra loro, così come Internet, reti mobili e sistemi di comunicazione Bluetooth che li rendono vulnerabili a hack remoti. Pertanto, da una parte un'automobile collegata e basata su software offre enormi vantaggi ai consumatori ma, dall'altra, apre anche le porte agli hacker.

Non dimentichiamoci che l'interesse automobilistico per la sicurezza informatica è aumentato drasticamente dal 2015, quando due esperti di hacking hanno scoperto le vulnerabilità nei veicoli Fiat Chrysler che hanno portato ad un richiamo di 1,4 milioni di automobili nei solo Stati Uniti.
 

comments powered by Disqus