Cosa hanno in comune BlackBerry e Tom & Jerry ?

Cosa hanno in comune BlackBerry e Tom & Jerry ?
 
Appena rilasciati i dati finanziari, il CEO di BlackBerry John Chen ha voluto sottolineare alla stampa finanziaria come la società canadese stia lavorando al massimo per portare a compimento l'esecuzione della strategia software. Con la transizione alle loro spalle ed il chiaro obiettivo a diventare una azienda software, Chen ha confermato che nel corso del 2016 BlackBerry ha assunto 1000 nuovi e che la corretta dimensione della società è di circa 4000 dipendenti. Nella stessa giornata, grazie ai dati finanziari il titolo BlackBerry - BBRY - è salito di quasi il 12%. In virtù di tutto questo John Chen ha voluto scrivere una lettera che potete trovare nel resto dell’articolo.
“Cosa hanno in comune BlackBerry e Tom & Jerry ?

Nel corso degli ultimi tre anni BlackBerry ha attraversato una trasformazione. Siamo diventati una società di software, abbiamo dato in licenza le operazioni hardware e definito una nuova categoria di mercato denominato Enterprise of Things (EOT).

EoT è un termine relativamente nuovo per la maggior parte delle persone, quindi lo contestualizzerò. Per la maggior parte delle industrie, il mercato enterprise è più grande rispetto al mercato consumer e l’ Internet of Things (IoT) non fa eccezione. IDC valuta che nel 2016 la spesa per l’IoT sarà di 737 miliardi di dollari, la maggior parte per tutto quello che avviene in azienda. È per questo che quando si tratta di ‘cose’, BlackBerry è focalizzata sulle imprese. Noi chiamiamo questo mercato EoT ed è un mercato che siamo estremamente qualificati ad affrontare e dove oggi siamo leader.
Per l’EoT la sicurezza di successo è una componente must have. E' la linea di base, senza la quale l’EoT piò vacillare. Senza se e senza ma. Si tratta di un mercato che richiede la sicurezza come uno standard inequivocabile. La posta in gioco è alta. Lo scorso anno il crimine informatico è costato all'economia globale 450 miliardi di dollari e oltre 2 miliardi di dati personali sono stati rubati. Gartner prevede che entro il 2020 il 25% degli attacchi di sicurezza aziendale saranno a causa di cose connesse che colpiscono compromettendo i dati delle eventuali persone coinvolti.

Detto questo, la domanda che più spesso viene chiesta per le cose collegate è se un mondo connesso sicuro sia davvero possibile? Un EoT collegato in modo sicuro è possibile e BlackBerry sta già dimostrando come.

In BlackBerry, la sicurezza è stata la nostra priorità numero uno dal primo giorno. Questo viene da oltre 30 anni di patrimonio nella sicurezza, la sicurezza è costruito nei nostri chipset, un ampio e crescente portafoglio di protezione IP, il riconoscimento da parte di esperti del settore come leader nel settore della sicurezza, la fiducia di tutto il G7 e di 15 dei governi del G20 che utilizzano il software BlackBerry, questo per citarne solo alcuni punti di quanto facciamo della sicurezza il nostro DNA.

C'è dell'altro. Mentre c'è molta conversazione sul tema della sicurezza informatica non esiste un quadro concordato di come dovrebbe essere. In BlackBerry, stiamo definendo ciò che la norma di sicurezza informatica è. Senza questo costrutto, l'adozione del mercato di cose connesse sarà improbabile, e le imprese e gli individui avranno difficoltà per la loro privacy e la sicurezza dei dati.

Ci sono naturalmente altre incognite connesse con la proliferazione dell’IoT; la sicurezza non è l'unica questione. Un'altra incognita è cosa significherà essere connessi con le cose per la neutralità della rete. Questo argomento è già caldo, con le aziende e i governi desiderosi di capitalizzare sulla piattaforma internet che esiste ancora oggi. Cosa succede come EoT se diventa sempre più diffusa, rendendo i dati più prezioso? Più probabilmente vedremo un aumento di dati che vengono scambiati a scopo di lucro, la creazione di una lotta di neutralità della rete. C'è anche la questione di chi possiede i dati; è l'individuo, un'impresa o il governo?

Stiamo investito nel portare EoT a tutti. Le nostre soluzioni sono ora indipendenti dalla piattaforma, in modo che non si limitano solo a BlackBerry OS, e abbiamo ampliato la nostra proposta in modo che BlackBerry non è solo la smart negli smartphone, è "la smart in ogni cosa". Che include automobili, indossabili, dispositivi medici, assets trackers e molto altro ancora. Aggiungiamo a questo che il nostro modello è scalabile, quindi la capacità di BlackBerry è garantire, collegare e mobilitare tutti gli endpoint.

La nostra missione per EoT è quello di collegare tutti gli endpoint all'interno dell'azienda, consentendo flussi di lavoro sicuri, le imprese guardano sempre più all'integrazione cross-funzionale a livello di dati. La piattaforma sicura BlackBerry affronta le connettività, la mobilità e le esigenze di sicurezza delle imprese in tutti i mercati, anche finanziari, pubblica amministrazione, legale, medico e auto. Sapevate, per esempio, che il software BlackBerry è in oltre 60 milioni di macchine connesse e stiamo testando soluzioni sicure per le auto con auto-guida su strada?
Siamo impegnati a rendere il grado di sicurezza BlackBerry a disposizione di tutti, per proteggere i dati e la vostra privacy, senza piattaforma o pregiudizi endpoint. In futuro, si vedrà l’EoT con degli oggetti, come i flussi di lavoro che convergono con le vite dei consumatori e BlackBerry è pronta per questo. Sarà il meglio per l'equilibrio lavoro/vita con la sicurezza di BlackBerry come standard.

Quindi, per rispondere alla domanda, ‘un mondo collegato in modo sicuro è davvero possibile?’. Sì, lo è e, non solo è possibile, è una categoria che BlackBerry sta portando a definire e fornire con leadership. Ci rendiamo conto che la sicurezza è un gioco di gatto e topo che richiede costanti investimenti e l'innovazione è quello che facciamo, giorno dopo giorno.

Ricordate che Tom & Jerry ci insegnano che è la caccia che mantiene la vita interessante.

John Chen

Presidente Esecutivo & CEO di BlackBerry”
comments powered by Disqus