BlackBerry, Google rilascia la prima beta del sistema operativo Android O

BlackBerry, Google rilascia la prima beta del sistema operativo Android O

In maniera del tutto inaspettata, ieri Google ha rilasciato la sua prima beta di Android O destinata agli sviluppatori e che, con ogni probabilità, dovrebbe chiamarsi “Oreo”. Come al solito la versione d’anteprima presenta nel nome una sola lettera, e quest’anno toccava alla O dopo “L” per “Lollipop”, “M” per Marshmallow e “N” per Nougat”. Cominciamo subito con il dire che la release è pensata solo ed esclusivamente per gli sviluppatori che potranno aggiornare le proprie app e renderle compatibili fin da subito.

Come dicevamo si tratta della prima developer preview di Android O e nei prossimi mesi ne saranno rilasciate altre tre: la seconda fra maggio e giugno, la terza fra giugno e luglio e la quarta, cioè l’ultima prima del roll out stabile, fra luglio e settembre. Grazie al rilascio di questa prima beta possiamo capire qualcosa di più sulla futura versione di Android 8.0 che ha come base la semplicità.

Google ha pensato di introdurre un nuovo sistema di notifiche, consumi ottimizzati, multitasking migliorato e altre piccole novità. Per ciò che riguarda le notifiche, segnaliamo una nuova forma di categorizzazione che raggrupperà tutte le varie entry in veri e propri “Canali” cosa già presente come opzione ad esempio su iOS. Tutti i dettagli al riguardo non sono al momento chiari, ma li vedremo sicuramente nel tempo.


Accanto a questo sono stati introdotti anche dei limiti automatici per ciò che possono fare le app in esecuzione. In base alla categoria, Android O sarà in grado di limitarne i consumi e l’utilizzo di memoria quando non si stanno utilizzando a schermo. Una cosa che gioverà sicuramente anche in termini di prestazioni. Oltre a ciò, Android 8.0 introdurrà anche:

  • il supporto ai codec audio Bluetooth avanzati (incluso LDAC di Sony);
  • le icone per le app adattive in base ai temi impostati dall’utente;
  • un supporto alla riproduzione di video picture-in-picture nativo;
  • una nuova modalità di avviso per le notifiche a schermo;
  • supporto al multi-display in mirroring;
  • migliorata la navigazione tramite tastiere esterne;

Una menzione particolare merita questo ultimo punto. Non fosse altro perché si parla di tastiere fisiche. Sembra infatti che Android O migliorerà la navigazione con la tastiera fisica in modo da utilizzare tutte le funzionalità di un'applicazione tramite la tastiera. Sicuramente qualcosa che farà contenta BlackBerry ed i suoi terminali con tastiera fisica QWERTY come l'ultimo KEYone.

Al momento queste sono le primissime novità relative alla prima preview per gli sviluppatori che possono scaricare via OTA su smartphone come Nexus 5X, Nexus 6P, Pixel, Pixel XL e Pixel C. Come al solito Google avvisa che si tratta di una versione praticamente alpha e molto instabile da evitare se non si è avvezzi con questo tipo di release.

comments powered by Disqus