BlackBerry KEYone, Fingerprint alimenta il sensore di impronte digitali

BlackBerry KEYone, Fingerprint Cards alimenta il sensore di impronte digitali

Durante il lancio del Blackberry KEYone, BlackBerry Mobile non ha speso molto del suo tempo per parlare del sensore di impronte digitali collocato sulla barra spaziatrice di questo nuovo device. Almeno fino ad oggi i dettagli offerti sono stati pochi e molto limitati fino a che Fingerprint non ha pensato bene di rilasciare un comunicato stampa confermando come il suo team ha lavorato a stretto contatto con TCL per creare il primo sensore di impronte digitali al mondo collocato in una tastiera fisica di uno smartphone.

Parlando della partnership, Christian Fredrikson, CEO di Fingerprint ha osservato come:

“Fingerprint si congratula con BlackBerry e il suo partner TCL per l'introduzione del BlackBerry Keyone. Siamo lieti di essere il partner tecnologico per il sensore di impronte digitali per questo innovativo dispositivo Android. In un mondo di smartphone, il Keyone si distingue con caratteristiche multiple indimenticabili comprese le impronte digitali 'sensore tattile' nella tastiera. Non vediamo l'ora di espandere la nostra partnership in futuri dispositivi BlackBerry basati sulla tecnologia dei sensori sicuri.”

Come evidenziato nel loro comunicato stampa, il BlackBerry Keyone sta facendo uso di un sensore a sfioramento di impronte digitali FPC1145:

“Il sensore di impronte digitali Fingerprint FPC1145 è un rivoluzionario sensore di impronte digitali robusto con possibilità di progettazione flessibili, ideali per i pulsanti intelligenti. Offre un'eccellente tecnologia pixel-sensing 3D che legge praticamente qualsiasi dito: asciutto o bagnato. La sua forma allungata consente una rotazione di 360 gradi del dito e la sensibilità senza pari che consente il massimo delle prestazioni senza compromettere l'estetica del design o l'esperienza degli utenti.”

Chi fosse interessato ad andare a fondo sulle caratteristiche di questo sensore di impronte digitali unico al mondo segnaliamo come sia possibile leggere il comunicato stampa completo disponibile a questo indirizzo.

comments powered by Disqus