BlackBerry KEYone in vendita a 599 Euro, ma il prezzo è giusto ?

BlackBerry Keyone in vendita a 599 Euro, ma il prezzo è giusto ?

Molto è accaduto nelle ultime 48 ore. Il BlackBerry "Mercury" è stato presentato ufficialmente come il BlackBerry KEYone grazie ad un evento dedicato proprio alla vigilia del Mobile World Congress. Nel complesso, l'atmosfera era abbastanza piatta anche se, ad onor del vero, si trattava di un keynote dedicato alla stampa per i giornalisti presenti al Mobile World Congress. Il locale era pieno e la presenza e la risposta da parte dei media è stato massiccio. Il keynote è stato molto veloce ed è durato meno di 30 minuti. Nonostante questo l'interesse dei media sul prossimo smartphone BlackBerry è stato enorme. Non fosse altro per il fatto che BlackBerry ha dato in licenza a TCL Communication la possibilità di progettare, costruire e vendere smartphone con il proprio marchio.

Il rilascio del KEYone segna la fine dei giorni di BlackBerry come un produttore di hardware. Come dicevamo il KEYone non è stato progettato da BlackBerry, dato che da ora in poi l'hardware sarà affidato a TCL Communication, una società cinese che possiede anche il marchio Alcatel e che commercializzerà gli smartphone sotto il nome di BlackBerry Mobile come spiegato in questo nostro articolo.

In occasione del keynote finalmente abbiamo avuto le specifiche tecniche ufficiali. Il device in questione è decisamente di fascia media, con un display LCD da 4,5 pollici 1620x1080, un processore da 2.0GHz Snapdragon 625 SoC, 3GB di RAM, 32GB di storage, una batteria da 3505mAh, uno slot MicroSD ed una porta USB Typ C. Abbiamo una fotocamera posteriore da 12 megapixel ed una anteriore da 8 megapixel. Il tutto controllato dal sistema operativo Android 7.1.


Nonostante le specifiche di fascia media, durante il keynote, TCL Communication si è sempre rivolta al KEYone chiamando "fiore all'occhiello" e dobbiamo considerare che il prezzo è sicuramente uno di questi. A fine evento l'azienda ha confermato un prezzo di 599 Euro. Si tratta di una somma che ha spaventato la maggior parte degli utenti, anche i più affezionati, considerando che altri dispositivi con processore Snapdragon 625 sono in vendita a meno di 200 dollari. Badate bene, non stiamo dicendo che BlackBerry, o chi per essa, deve vendere il KEYone a 200 dollari ma da questa cifra fino ai 599 euro ci sono ampie possibilità di altri posizionamenti come livello di prezzo. Da notare come il KEYone ha un telaio in alluminio che corre lungo tutti i lati del dispositivo mentre la parte posteriore è di un materiale di plastica morbido al tocco.

Possiamo ipotizzare che molti dei costi sono probabilmente dovuti alla tastiera: una QWERTY fisica rara di questi giorni. Ma attenzione, questa tastiera ha poco a che vedere con le tastiere del BlackBerry Passport o del BlackBerry Priv tanto per citarne un paio. I tasti sono poco sporgenti ed in rilievo con solo la minima distinzione fisica tra loro. Abituarsi a questo tipo di tastiera prenderà del tempo ed, ad ogni modo, qui manca molto dell'esperienza iconica della tastiera BlackBerry.


Come sappiamo la tastiera è touch capacitiva, proprio come su tutti gli altri BlackBerry, e permette di scorrere usando lo spazio della tastiera come un touchpad. Inoltre possiamo programmare fino a 52 chiavi hardware con una lunga pressione di un determinato tasto. Per esempio, "B" può avviare il browser o "F" potrebbe lanciare Facebook.

Concludendo è molto difficile essere entusiasti del KEYone per la cifra che sta chiedendo BlackBerry. A maggior ragione se consideriamo come il mercato offre dispositivi con caratteristiche simili al BlackBerry KEYone ma a cifre di gran lunga inferiori. Ci sembra che BlackBerry, per via della tastiera fisica QWERTY touch capacitiva, abbia sovraprezzato il KEYone di circa 200 dollari in più.

Se questo è il modo in cui BlackBerry intende affrontare l'hardware, non crediamo che i risultati saranno migliori che in passato.

comments powered by Disqus