Auto a guida autonoma, le 6 classi previste dalla SAE International Automotive

Auto a guida autonoma, le 6 classi previste dalla SAE International Motive

Anche grazie a BlackBerry, ultimamente parliamo sempre più spesso di software per le auto a guida autonoma e nei prossimi anni questo sarà un argomento quasi giornaliero dato che tutte le case automobilistiche stanno investendo su questo settore. Nonostante questo c'è una generale confusione sull'argomento sia sul concetto di guida autonoma e sia sulle sue caratteristiche. Tuttavia la normativa vigente della SAE (Society of Automotive Engineers) è molto chiara in merito tanto da dividere i veicoli a guida autonoma in 6 distinte classi. Vediamole assieme.

Livello 0 - auto tradizionale

In questa categoria rientrano tutte le automobili prodotte in passato fino a tempi recenti, diciamo almeno fino ai primi anni 2000 e più in generale sono quelle economiche prive di supporti elettronici alla guida o al parcheggio. Un concetto di auto oramai accantonato e destinato a scomparire.


Livello 1 - guida assistita
Anche in questo livello rientrano delle auto che conosciamo molto bene e che lasciano al conducentee il completo controllo anche se sono dotate di sistemi tali da fornire analisi sulla situazione o assistenza. Giusto per fare un esempio concreto basti pensare all'ABS, che impedisce il pericoloso blocco delle ruote ed al cruise control che consente di mantenere una certa velocità senza dover tenere il piede sull'acceleratore o, in ultima analisi, la tecnologia di park assistant e di rilevamento della corsia.


Livello 2 - automazione parziale
Si tratta di auto che hanno un controllo minimo su quanto succede in strada. Sono quelle auto in grado di intervenire autonomamente, solitamente su frenata e accelerazione, quando rilevano un pericolo o comunque quando le impostazioni lo prevedano. Pertanto siamo in grado di evitare una collisione grazie a sistemi di frenata di emergenza, oppure siamo capaci di mantenerci all'interno di una corsia rilevando i limiti della carreggiata o regolano le accelerazioni e le frenate per mantenere la velocità media impostata e le distanze di sicurezza.


Livello 3 - automazione condizionale
Il livello 3 non è altro che il primo livello di una vera automazione. In questo caso i sistemi dell'auto sono in grado di sostituire pienamente l'autista nel controllo del veicolo nell'eseguire determinate manovre. Ad ogni modo l'automobilista deve rimanere vigile e pronto in ogni istante a subentrare nel controllo dell'automobile in caso di pericolo. In ogni caso questi sistemi possono prendere il controllo dell'auto solo in determinate situazioni, ad esempio in autostrada o appunto in fase di parcheggio, ma non in mezzo al traffico di tutti i giorni.


Livello 4 - alta automazione
Le auto con questo livello di automazione sono capaci per l'intero tragitto, in città come in autostrada, di monitorare e capire le situazioni che circondano il mezzo grazie a sensori di vario tipo tra cui telecamere e sistemi Lidar e a un computer di bordo in grado di elaborare la mole di dati ricavandone istruzioni di guida dettagliate. Il pilota resta comunque in ogni istante in grado di riprendere il controllo dell'auto ma questa è in grado di controllare ed agire su accelerazione, frenata e direzione, anche nel caso in cui un'autista non risponda appropriatamente ad una richiesta di intervento. Al momento non esistono in commercio auto di questo tipo.


Livello 5 - piena automazione
Questo è il livello di automazione a cui tutte le case automobilistiche ambiscono ad arrivare anche se, per il momento, il prodotto finale non è ancora pronto. Stiamo infatti parlando di automobili in grado di selezionare da sole il percorso migliore a seconda delle istruzioni impartite dal proprietario ma, soprattutto, capaci di regolare automaticamente velocità, frenata e direzioni in qualsiasi condizione di strada e di traffico. Queste, attenzione, non richiedendo mai alcun tipo di intervento diretto da parte dell'automobilista che se ne può stare tranquillo a leggere un giornale o a fare dell'altro che non sia guidare disinteressandosi completamente della strada. Come detto, attualmente, nessuna delle auto in commercio rientra nel livello 5. Le Tesla rientrano in una automazione a cavallo tra il livello 2 e 3. Così come le BMW di ultima generazione. Infatti sul mercato non ci sono automobili che a tutti gli effetti su possano considerare di Livello 3.

Ad ogni modo prima di arrivare all'ultimo livello è probabile come i legislatori dei vari Paesi dovranno stabilire una normativa per quanto riguarda la responsabilità civile in caso di incidente e della copertura assicurativa per un veicolo a guida autonoma.

Ancora c'è tempo per arrivare a questo anche se Volvo, Audi e Ford pensano di poter arrivare al livello 4 per il 2021. Che ne pensate ? Pronti per l'auto che si guida da sola magari controllato con software BlackBerry ?

comments powered by Disqus